Aspetti le vacanze tutto l’anno e poi quando te le ritrovi davanti, l’unica cosa che riesci a dire è “E adesso che m’invento?” Perché data per certa la voglia di riposarsi, tutto il resto non è molto scontato.

Passati gli anni in cui zaino e sacco a pelo sulle spalle potevi ritrovarti in qualsiasi posto senza troppe pretese, arrivati a questo punto della vita le necessità sono tante e ogni componente della tribù ha le sue.

relax-1388486_960_720La bambina ha bisogno di fare un po’ di mare, però anche di socializzare e divertirsi in attività stimolanti, perché altrimenti “mamma mi annoio” diventa il mantra dell’estate.

I cani, che già durante l’anno lasci molte ore da soli, pretendono di stare incollati a te come un’ombra. E a essere sinceri, se sei arrivata a ferragosto senza neanche aver tirato fuori i costumi è perché di sbracarti su una spiaggia sapendo che stanno a casa da soli, proprio non ti riesce.

E poi ci sei tu, che a dirla tutta di stare in spiaggia ti annoia mortalmente e vorresti quanto meno ritrovarti in un posto carino, con bella musica, con gente allegra a sorseggiare un mojito al tramonto. Non prima di quell’ora, perché poi sei KO.

Mettici che non sei di quelle che si mette a spignattare la notte per preparare il picnic con il cibo genuino di casa, ma anche allevare tua figlia a panini del bar per tutta la vacanza non ti entusiasma molto.

E poi a te piace la campagna, e se non c’è terra, verde, piante o ortaggi ti senti fuori luogo.
Siccome non sono la sola che ha questa serie di questioncine da risolvere, scopro che qualcuno la soluzione l’ha trovata.

lumacheAmbra Mongiò, una giovane imprenditrice salentina ha messo insieme tutti questi pezzi del puzzle e ha trovato il modo di farli combaciare. La sua idea è stata semplice ma vincente, ha creato il primo Agro Beach d’Italia.

A Marina di Salve, in uno dei punti più incantevoli del Salento ha creato un orto sulla spiaggia che mette insieme mare, terra e tradizione agricola.Eden Salento” non un semplice stabilimento balneare.

eden salentoMentre ti rilassi nei gazebo colorati ascoltando musica jazz, i bambini vengono coinvolti in attività agricole, partecipano alla raccolta delle verdure, giocano con gli animali dell’ovile, del pollaio e nel recinto del pony, oltre a fare il classico bagno.

4E quello che mangeranno a pranzo è coltivato proprio lì, a km 0 e in modo naturale. Marmellate, pasta fatta in casa, le uova fresche, che spesso i bambini hanno collaborato a raccogliere e a cui viene insegnata la magia della nascita e della trasformazione.

eden salento agrobabyUn Eden per i bambini, ma soprattutto per i cani, dove non sono semplicemente tollerati ma dove tutto è stato pensato con la cura di chi i cani li ama davvero.

Innanzitutto aree separate per chi non gradisce la presenza di essere pelosi, per evitare quelle inevitabili discussioni.

I cani hanno a disposizione croccantini, ciotola con acqua fresca, dog-doccia, kit per i bisogni, un’area gioco e uno sgambatoio in una zona riservata. Oltre ad un’area specifica dove poter fare il bagno in libertà, senza essere disturbati da glabri esseri umani.

f74e889c-dffd-4b16-991f-2b8dbd059aa4Il tutto nel pieno rispetto per i vincoli paesaggistici, nella tutela del territorio e delle tradizioni locali. E non è un caso che questa idea ha vinto l’Oscar Green della Coldiretti.

E così alla ricerca di strategie di sopravvivenza ecosostenibili estive, non solo scopro questa soluzione fantastica, ma scopro che un’idea così vera e autentica nasce da una persona che tempo addietro è stata parte della mia vita, prima che strane vicende dell’esistenza ci portassero lontane fino a perderne le notizie.

Eppure ad anni e km di distanza, vedo che i dilemmi sono gli stessi, il modo di concepire la vita, i figli, la terra e gli animali, il senso del divertimento e il modo di godere delle cose semplici.

Penso allora, che l’amicizia non è fatta da quanto e come riesci a vederti, ma da affinità più profonde e più volatili, che attraversano decenni, regioni, monti fino ad arrivare a mari e orti.

IMG_1442833330_663

Per maggiori informazioni:

http://edensalento.net/